Salumi

  • Produttore: Macelleria Martinese
    Disponibilità: Disponibile Consegna 48 h
    Riferimento:  salm-mart-

    Pezzatura: 400 g

    I nostri prodotti sono lavorati con metodo artigianale. Per ottenere il prodotto che fino a oggi è sempre stato giudicato di prima qualità abbiamo studiato la giusta quantità di grasso da mettere insieme alla carne perchè è il grasso che dona il sapore al prodotto. Nello stesso momento teniamo presente anche i consigli del nostro nutrizionista per evitare effetti indesiderati.

    Per tutti i nostri prodotti sia per i salumi che per le carni di macelleria utilizziamo solo animali che vivono allo stato brado nella bassa Murgia Pugliese. I nostri prodotti sono lavorati con metodo artigianale.

    – Metodo di Preparazione-

    – I° Fase: –

    La carne, ovviamente di maiale, viene disossata, snervata e tagliata a mano in piccoli pezzetti e lasciata riposare inLimmi (contenitori di creta) per circa 12 ore.

    – 2° Fase: –

    La carne viene impastata con sale, pepe e vin cotto, e quindi insaccata nel budello di maiale e viene sagomata a forma di ferro di cavallo.

    – 3° Fase: –

    Il prodotto portato nei nostri trulli viene affumicato bruciando insieme ad aromi naturali, legna di fragno (albero di quercia che si trova solo nel Bosco Pianelle di Martina Franca).

    – 4° Fase: Stagionatura –

    Il salame ottenuto viene fatto stagionare per almeno 30 giorni ottenendo un prodotto di primissima qualità.

    *Vin cotto:  vino ottenuto con la fermentazione del mosto con l’aggiunta di mosto cotto ridotto a 1/10.

    Descrizione

    Questo salume prende il nome dalla forma simile alla staffa del cavallo, dovuta al budello naturale nel quale viene insaccato, una parte dell’intestino del suino. È formato da tagli scelti di maiale e piccole quantità di lardello di  suino, ed è aromatizzato con sale, pepe e vino cotto, che viene inserito al momento dell’impasto delle carni. Dopo l’insacco e la legatura a mano, viene affumicato con fragno e cortecce di mandorle.

     

    -STAGIONATURA: 100gg

    -CONSERVAZIONE: Conservare il prodotto a temperatura ambiente e non coprirlo con pellicola

    -MATERIA PRIMA: Carne suina allo stato brado dei nostri boschi e dei nostri allevamenti. I pezzi utilizzati del maiale sono coscia, spalla e poca quantità di grasso

    -ABBINARLO: A tavola per  un’aperitivo con pane bruschettato con del caciocavallo podolico e delle fette di salame piccante #cervellera.

     

    Alla vista la fetta si presenta compatta di colore rosso,da grasso di colore bianco che si presenta ben demarcato dal magro

    AL naso esprime soprattutto sentori di legno e fumo, intensi ma non invasivi che tornano in bocca saporito ed aromatico.

    Per il palato è un trionfo a renderlo unico il retrogusto di ghianda predominante nell’alimentazione del maiale allevato allo stato brado della nostra macchia mediterranea. Piccante con la variante del Peperoncino.

     

    8,00
  • Produttore: Macelleria Martinese
    Disponibilità: Disponibile Consegna 48 h
    Riferimento: sopp-mart-

    Pezzatura: 400 g

    Utilizziamo solo animali che vivono allo stato brado nella bassa Murgia Pugliese. I nostri prodotti sono lavorati con metodo artigianale. Le carni una volta snervate vengono ridotte, con la punta di coltello, a piccolissimi pezzi e lasciati riposare per 24h in recipienti d’acciaio.

    – Metodo Di Preparazione-

    – 1° Fase: Lavorazione-

    La carne viene salata, aromatizzata e impastata con vin cotto. Subito viene inserita nel budello più grosso per avere una pezzatura di almeno 500 grammi.

    – 2° Fase: Stagionatura-

    Il prodotto viene messo ad asciugare nei nostri trulli per almeno 60 giorni.

    – 3° Fase: Pressatura-

    Dopo esser stata leggermente affumicata viene pressata (da qui il nome soppressata), tra lastre di marmo per altri 60 giorni.

    *Vin cotto:  vino ottenuto con la fermentazione del mosto con l’aggiunta di mosto cotto ridotto a 1/10.

    Descrizione

    La soppressata, inserita nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali con il nome tipico di a subburséte, è ottenuta dalla lavorazione a punta di coltello della carne di maiale, piccola percentuale di lardello, sale, pepe e viene insaccata in budello naturale di maiale caratterizzato dalla forma allargata e irregolare, proveniente dall’intestino cieco, che dona al prodotto una consistenza più tenera rispetto agli altri salumi; dopo l’insacco viene affumicata, con corteccia di fragno, mallo di mandorla ed essenze della macchia mediterranea. Quindi viene stagionata per oltre 3 mesi nei nostri ambienti freschi e arieggiati.

     

     

    STAGIONATURA:100gg

    -CONSERVAZIONE: Conservare il prodotto a temperatura ambiente e non coprirlo con pellicola

    -MATERIA PRIMA: Carne suina allo stato brado dei nostri boschi e dei nostri allevamenti. I pezzi utilizzati del maiale sono coscia, spalla e poca quantità di grasso

     

    -ABBINARLO: Con dei formaggi Locali e un bel calice di vino

     

    La pelle ha tinta ambrata e la carne, color rosso intenso, è screziata di bianco grasso.

    Al naso esprime le noti dolci e pulite e soprattutto sentori di legno e fumo intensi ma non invasivi.

    Sensazioni che tornano in bocca e si uniscono al sapore dolce

    8,40
  • Produttore: Macelleria Martinese
    Disponibilità: Disponibile Consegna 48 h
    Riferimento: sopp-mart-

    Pezzatura: 400 g

    Utilizziamo solo animali che vivono allo stato brado nella bassa Murgia Pugliese. I nostri prodotti sono lavorati con metodo artigianale. Le carni una volta snervate vengono ridotte, con la punta di coltello, a piccolissimi pezzi e lasciati riposare per 24h in recipienti d’acciaio.

    – Metodo Di Preparazione-

    – 1° Fase: Lavorazione-

    La carne viene salata, aromatizzata e impastata con vin cotto. Subito viene inserita nel budello più grosso per avere una pezzatura di almeno 500 grammi.

    – 2° Fase: Stagionatura-

    Il prodotto viene messo ad asciugare nei nostri trulli per almeno 60 giorni.

    – 3° Fase: Pressatura-

    Dopo esser stata leggermente affumicata viene pressata (da qui il nome soppressata), tra lastre di marmo per altri 60 giorni.

    *Vin cotto:  vino ottenuto con la fermentazione del mosto con l’aggiunta di mosto cotto ridotto a 1/10.

    Descrizione

    La soppressata, inserita nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali con il nome tipico di a subburséte, è ottenuta dalla lavorazione a punta di coltello della carne di maiale, piccola percentuale di lardello, sale, pepe e viene insaccata in budello naturale di maiale caratterizzato dalla forma allargata e irregolare, proveniente dall’intestino cieco, che dona al prodotto una consistenza più tenera rispetto agli altri salumi; dopo l’insacco viene affumicata, con corteccia di fragno, mallo di mandorla ed essenze della macchia mediterranea. Quindi viene stagionata per oltre 3 mesi nei nostri ambienti freschi e arieggiati.

     

    STAGIONATURA:100gg

    -CONSERVAZIONE: Conservare il prodotto a temperatura ambiente e non coprirlo con pellicola

    -MATERIA PRIMA: Carne suina allo stato brado dei nostri boschi e dei nostri allevamenti. I pezzi utilizzati del maiale sono coscia, spalla e poca quantità di grasso

    -ABBINARLO: Con dei formaggi Locali e un bel calice di vino

     

    Alla vista un colore rosso acceso che evidenza il suo piccante con grana spessa dalla carne intervallata da piccole quantità di grasso.

    Al naso esprime le noti dolci e pulite e soprattutto sentori di legno e fumo intensi ma non invasivi.

    Sensazioni che tornano in bocca e si uniscono al sapore piccante

    8,40